800 892 948 NUMERO VERDE GRATUITO ATTIVO IN TUTTA ITALIA assistenza@ilrisarcimentosanitario.it

Il nostro team di avvocati e medici legali si sono spesso trovati ad accertare la responsabilità di medici e/o strutture sanitarie per l’errore medico subito dal paziente.

Un errore medico può avere delle conseguenze devastanti sia per il paziente stesso ma anche per i suoi prossimi congiunti che, a seconda della gravità della situazione, possono trovarsi nella situazione di dover accudire una persona che prima di tale errore godeva di piena autonomia nel soddisfacimento dei propri bisogni primari.

È configurabile allora un danno autonomo da riconoscersi ai familiari del paziente?

Recentemente la Cassazione è intervenuta sul tema, cristallizzando il principio secondo cui anche i congiunti possono pretendere una somma a titolo risarcitorio. Quindi ascendenti, discendenti, coniuge o fratelli (anche i nipoti e gli affini in mancanza di coniuge e figli) potranno agire in giudizio se il cambiamento irreversibile dello stile di vita del congiunto si riflette in maniera dannosa e peggiorativa anche nella loro vita.

La Cassazione (sentenza numero 2822/2019) ha stabilito, in particolare, che i congiunti hanno pieno diritto a pretendere una somma a titolo di risarcimento anche se il paziente non è completamente a loro carico. Ciò perché, anche se in misura ridotta, il peggioramento dello stile di vita in seguito all’errore medico causa inequivocabilmente il peggioramento delle abitudini anche dei familiari.

Finalmente la giurisprudenza si sta orientando nel senso di una giustizia sociale che riconosce ai familiari – che, vivendo una serena vita prima dell’errore medico, si trovano all’improvviso loro malgrado a dover far fronte a problematiche (anche di natura economica) che stravolgono le loro abitudini. Tra l’altro l’apporto materiale ed affettivo che i prossimi congiunti possono fornire al paziente risultano fondamentali anche per il paziente giacché, in caso contrario, le conseguenze dell’errore avrebbe un’incidenza ancor più negativa sulla già compromessa qualità della vita.

Le considerazioni suesposte rappresentano considerazioni di carattere generale ed ovviamente ogni caso è a sé e va valutato singolarmente da un team qualificato di specialisti composto da medici-legali ed avvocati come quello de Il Risarcimento Sanitario.

Sei stato vittima di un caso di malasanità? Il Risarcimento Sanitario è dalla tua parte: sapremo fornirti, entro 10 giorni lavorativi ed in maniera totalmente gratuita, un responso attendibile sul tuo caso e saremo lieti di indicarti tutti i passi da seguire per ottenere il giusto risarcimento.

Contattaci

Call Now Button
Open chat
1
Hai dubbi o domande da farci? Usa whatsapp
Powered by